COSA FA IL FAI

SUOLO: PROTEGGERE UN BENE COMUNE

  • Il FAI, insieme a oltre 400 associazioni, ha aderito all’iniziativa “People4Soil“, promossa dai cittadini fino al 12 settembre 2017 per chiedere all’Unione Europea norme specifiche per la tutela del suolo comune, fino ad oggi assenti.
  • Il FAI opera per sensibilizzare e rendere consapevoli i cittadini sul valore del paesaggio e del patrimonio culturale. In quest’ottica durante la recente edizione della “Tre Giorni per il Giardino“, manifestazione floro-vivaistica che si svolge ogni anno al Castello e Parco di Masino (Caravino, Torino), è stato organizzato un corner dedicato al suolo con laboratori didattici, materiali di consultazione ed esposizione di materiale conoscitivo. Guarda il video dell’evento!

AGRICOLTURA: DIFENDERE, CONOSCERE E RACCONTARE LA TERRA

    • Il FAI interviene nel dibattito in corso sui principali temi dell’agricoltura e partecipa con altre sigle a diverse iniziative:
      • la campagna #cambiamoagricoltura fino al 2 maggio 2017 ha invitato i cittadini a partecipare alla consultazione pubblica europea sulla Politica Agricola Comune – che diventerà attiva nel periodo 2020 – 2027 – con l’obiettivo di orientare le linee guida che ne determineranno il futuro.
        Scopri la posizione del FAI
        Leggi il comunicato stampa di lancio dell’iniziativa.
      • la campagna #StopGlifosato, attiva fino al 30 giugno 2017, aveva come obiettivo di impedire il rinnovo di altri 15 anni del Glifosato, un pesticida giudicato probabile cancerogeno dallo IARC – Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro, la cui licenza è al momento scaduta e in attesa di rinnovo da parte dell’Unione Europea.
        Leggi la lettera inviata al ministro Martina
    • Il FAI interviene direttamente nei luoghi di cui si prende cura coltivando la terra allo scopo di difenderla, conoscerla e raccontarla.
      Scopri come ci prendiamo cura dei luoghi.
    • Per combattere e comunicare il pericolo causato soprattutto dai pesticidi agli insetti impollinatori recentemente la Fondazione ha introdotto nei luoghi di cui si prende cura degli alveari.
       Leggi l’approfondimento sulle api.
      Guarda il video e scopri di più sul progetto “Api nei beni”.

  • Nei luoghi di cui si prende cura il FAI ha bandito l’utilizzo agricolo del Glifosato, pesticida giudicato dall’Organizzazione mondiale della sanità come probabile cancerogeno per l’uomo. Procede, inoltre, con il diserbo meccanico nella manutenzione dei muretti e dei vialetti e, in alcuni beni, sta introducendo i metodi dell’agricoltura biologica e biodinamica.

Pin It on Pinterest

Shares