#SALVAILSUOLO

Il suolo è la pelle del nostro pianeta. Quel sottile strato superiore della crosta terrestre che rappresenta l’interfaccia fra terra, aria e acqua. E’ un bene comune, una risorsa  non rinnovabile fondamentale per la vita sulla Terra. L’impermeabilizzazione, l’impoverimento di materia organica, la perdita di biodiversità, la contaminazione, la salinizzazione, la desertificazione, la compattazione, l’erosione, le frane e le alluvioni lo minacciano continuamente.

Sulla Terra solo il 

13-18%

delle terre emerse sono suoli fertili

In Europa

11 ettari ogni ora

vengono coperti da asfalto e cemento

In Italia

3 mq ogni secondo

vengono coperti da asfalto e cemento

T

FOCUS DEL MESE
Per un suolo difeso e protetto

Il suolo, bene comune essenziale per la vita di tutti noi, non è tutelato nè in Italia nè in Europa da una legislazione specifica. E’, infatti, solo indirettamente protetto da norme dedicate ad altre risorse, come l’aria e l’acqua, oppure ad altri settori, come le aree protette e l’agricoltura. Troppo poco per garantire una tutela efficace.

Il FAI, che da oltre 40 anni interviene nei luoghi di cui si prende cura e nei dibattiti in corso per difendere, conoscere e raccontare la terra, chiede una norma specifica per il suolo.

 

FIRMA PER IL SUOLO

Un milione di firme è l’obiettivo che dobbiamo raggiungere per farci ascoltare a livello europeo e richiedere una legge comune che difenda il suolo, al momento inesistente. Hai tempo fino al 30 settembre 2017 per partecipare alla petizione di “People4Soil”: un’iniziativa di cittadini, sostenuta dal FAI e da più di 400 associazioni, che chiede all’Unione Europea norme specifiche per tutelare questo patrimonio comune, bene essenziale alla vita. Senza un suolo sano e vivo non c’è futuro per l’uomo.
#salvailsuolo

Pin It on Pinterest

Shares